la strategia d'area e gli attori coinvolti

Logo Area Interna   Cilento Interno
La strategia d'area del Cilento Interno è articolata intorno a 3 obiettivi prioritari e 8 linee di azioni correlate a risultati attesi. I 3 Obiettivi strategici su cui si fonda la Strategia d'area sono:
  1. COSTRUIRE LA COESIONE TERRITORIALE
  2. LA RETE ECONOMICA DELLO SVILUPPO
  3. LA VIVIBILITA' DEL CILENTO: UN DIRITTO DI CITTADINANZA
Le 8 linee di azione su cui verte la strategia sono:
  • Linea d'azione 1: Il rafforzamento della PA
  • Linea d'azione 2: Sostegno per strategie di sviluppo locale di tipo non partecipativo – La filiera mediterranea
  • Linea d'azione 3: Sostegno per strategie di sviluppo locale di tipo non partecipativo – Il bosco come risorsa
  • Linea d'azione 4: Innovazione nella tradizione
  • Linea d'azione 5: Il Cilento accogliente
  • Linea d'azione 6: Il benessere del Cilento
  • Linea d'azione 7: Scuola presidio di comunità
  • Linea d'azione 8: Razionalizzazione e il potenziamento dell'offerta di servizi di TPL
Il quadro strategico prefigurato intende produrre una forte discontinuità e innovazione nelle pratiche di governo per lo sviluppo del territorio del Cilento Interno per arrestare e invertire il processo di spopolamento della popolazione residente nei Centri e nei Borghi Interni dell'Area Progetto.
Per raggiungere tale obiettivo, i 29 Comuni dell'Area interna intendono valorizzare ciò che è stato vissuto per anni come un limite: il proprio territorio che, proprio per la sua difficile accessibilità e lontananza, ha conservato valori che nel mondo contemporaneo sono motori di una economia alternativa. L'idea guida della strategia parte dalla consapevolezza che oggi, per bloccare lo spopolamento e riabitare il Cilento interno, non è necessario solo garantire i principali diritti di cittadinanza agli abitanti dei Centri e dei Borghi interni dell'Area Progetto ma creare le condizioni per la modernizzazione e lo sviluppo di attività economiche sostenibili, centrate prioritariamente sulle risorse del territorio a partire dai valori della dieta mediterranea e dalla green economy.
Questo comporta l'attuazione di interventi e di incentivi per riattivare l'economia locale mediante la modernizzazione e reinterpretazione di attività tradizionali con una particolare attenzione alla valorizzazione del Patrimonio materiale e immateriale UNESCO legato al Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, in cui ricade 80,6 % del territorio. Per ogni ambito di intervento sono stati individuati obiettivi, risultati attesi, interventi con cui si intende raggiungerli e gli indicatori di riferimento con la direzione del cambiamento auspicato al 2020 e al 2023.
Struttura Di Programma Cilento Interno